Ascesso Gengivale: cause e terapia

Sintomi e cura piorrea

L’ascesso gengivale è uno dei disagi più frequenti e fastidiosi che possono comparire nel cavo orale, ed è da considerarsi esito di un’infezione batterica. E’ legato alla produzione massiva di materiale purulento (pus) in una sacca gonfia, dolente e arrossata della gengiva. Non va assolutamente sottovaluto in quanto se non trattato e risolto in tempo, può aumentare e diffondersi ad altre zone del corpo in modo pericoloso per la salute generale.

L'Ascesso Gengivale mi farà perdere i denti?

La risposta è…potrebbe! Per questo motivo bisogna rivolgersi quanto prima al proprio dentista di fiducia appena si nota il rigonfiamento, per un intervento rapido e meno invasivo, evitando ad esempio terapia fai da te come gel, antibiotici o altro. 

La causa è principalmente di natura batterica.

L’accumulo di batteri, dovuti a problemi di natura dentale o parodontale, porta il sistema immunitario a cercare di arginarli, racchiudendoli in una sacca ripiena di materiale purulento contenente anche globuli bianchi. Questo processo ha l’obiettivo appunto di arginare i batteri ed evitare la loro diffusione più profonda e porta, come tutte le infiammazioni, alla comparsa dei segni principali ossia gonfiore, rossore e dolore. Il dolore può diventare molto forte e rendere difficoltosa anche l’alimentazione, la pulizia dentale ed il sonno.

Motivi dell'ascesso gengivale e soluzioni odontoiatriche

In presenza di gonfiore, se si sa di avere una carie non curata o un dente fratturato, presumibilmente l’ascesso deriva da quella zona e bisogna cercare un dentista per risolvere il problema ed evitare un peggioramento della situazione. Un altro fattore da controllare accuratamente è quello gengivale.

Se sono gonfie, sanguinano e magari si è anche in presenza di alitosi o mobilità dentale si potrebbe essere in presenza di una infezione alle gengive chiamata parodontite, meglio nota come piorrea. Anche la comparsa di dolore ai denti è un sintomo di ascesso, sicuramente quello più fastidioso. Si può a volte provare un dolore lancinante, che pulsa ed è spesso continuo, peggiorato dalla masticazione o dal freddo.

A volte il dolore si associa anche alla sensazione che il dente si sia allungato e ciò può essere effettivamente vero e dovuto alla presenza del pus che sposta fisicamente il dente.

Qualora si provi un fortissimo dolore ai denti che dopo un po’ di tempo svanisce da solo, è comunque indicato una visita dal dentista, in quanto il dente potrebbe essere morto per un processo di necrosi che inoltre può alimentare l’infezione e dare vita ad ascessi successivi e ricorrenti. La presenza di ascesso spesso si evidenzia a livello visivo nella bocca con la comparsa di alcune bolle simili a brufoli, con la punta bianca. In questo caso si parla di fistola che è una via di uscita del pus.

Se invece il gonfiore si è spostato a zone circostanti come il collo o il viso, con presenza di zone dure e dolenti al tatto, è fondamentale una rapida visita dal dentista se non al pronto soccorso.

Infine, oltre alla comparsa di alito cattivo dal gusto amaro o metallico, possono esserci segni generali come la comparsa di febbre e debolezza. Il trattamento deve essere professionale, da parte del dentista. Questo in quanto il rischio di diffusione batterica nel corpo può portare a gravi conseguenze.

Nel frattempo è possibile tamponare la situazione facendo sciacqui di acqua calda e sale, che ha la capacità di attrarre per osmosi il liquido infetto e dare un sollievo al fastidio. Il dentista, appurata la diagnosi, si solito procede come trattamento d’urgenza a drenare l’ascesso, aspirando il contenuto purulento e disinfettando accuratamente la zona colpita.

In molti casi se trattato in modo precoce e capita la causa, si possono evitare terapie radicali come l’estrazione del dente.

In aggiunta vengono spesso prescritti antibiotici per una copertura e antinfiammatori se c’è molto dolore. Una volta risolta l’urgenza, sarà necessario il trattamento della causa che ha portato all’ascesso, che sia essa di natura dentale, parodontale o traumatica.

Se ti ha colpito un ascesso e vuoi capire a cosa è dovuto e trovare una soluzione efficace, contattaci!

 

  • Visite: 19721
  • Terapia Laser Microdent

    I centri Microdent adottano una terapia parodontale minimamente invasiva dai risultati validati oggettivamente grazie ad accurate analisi di laboratorio. I valori aggiunti sono una approfondita diagnosi seguita da una terapia di tutta la bocca con l’ausilio del microscopio e del Laser a neodimio, più potente ma meno fastidioso dei “comuni” Laser a diodi.
  • Diagnosi Strumentali

    Dato fondamentale per elaborare la diagnosi è il sondaggio parodontale, detto anche cartella parodontale, ossia una “mappatura” di tutta la bocca che permette di valutare e monitorare nel tempo la situazione.
  • Nuova Sede Microdent per il Sud Italia

    A Salerno, all’interno del palazzo di cristallo di via Santi Martiri Salernitani 15, è presente la sede di Microdent, centri con un’importante e decennale esperienza nel trattamento non chirurgico minimamente invasivo della parodontite...

    Sappiamo quanto siano importanti le certezze!

    I protocolli Microdent sono stati sviluppati in oltre 30 anni di pratica, migliaia di ore di studio e oltre 4300 pazienti trattati.

    Lavoriamo ogni giorno per migliorare la vita delle persone affette da problemi parodontali.

    La nostra volontà è quella di offrire le soluzioni più adatte in base alla persona, offrendo professionalità e competenza.

    Cura della parodontite in Sintesi

    Una storia lunga ormai 30 anni, fatta di passione per il proprio lavoro, amore per la tecnologia e con una sola missione: debellare la parodontite nei nostri pazienti con le tecniche meno invasive ed efficaci, preservando i denti il più possibile e abbattendo la paura del dentista.

    Dentista Bologna

    Microdent Dental SPA

    Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726

    © Microdent. Riproduzione Vietata anche se parziale - Powered by Mario Pompilio.