Superare la paura del dentista

Tra le paure ancestrali e più frequenti di una persona troviamo spesso l’odontofobia, ossia la paura del dentista. Sicuramente andare da un medico in generale non è mai esperienza piacevole, ma più di tutti pare il dentista il medico “più pauroso”.

Nel corso degli anni ci siamo specializzati nel trattamento dei pazienti odontofobici

Complice di questa situazione ci sono spesso degli stereotipi comuni legati al dentista, come la paura di sentire dolore, il sangue, i rumori forti ed acuti delle turbine, l’odore acre dei materiali dentari, le lunghe attese e chi più ne ha più ne metta.
Nonostante tutto, buona parte delle persone accede con più o meno serenità alla cure dentarie, grazie anche allo sviluppo delle tecnologie ed ad un profondo cambiamento nelle tecniche e negli atteggiamenti, tanto che ora si può dire serenamente che dal dentista “non si sente più male”

Il 30% della popolazione si può definire odontofobico, ossia vive in modo angoscioso la visita dal dentista, con la comparsa frequente di sintomi e segni come batticuore, sudore, ansia e perfino conati di vomito durante il trattamento e anche insonnia la notte prima.

Altri segnali sono la secchezza della bocca, l’aumento della pressione, tremori, necessità di urinare o la comparsa di nausea.

La paura del dentista trova le sue origini spesso in brutte esperienze dentistiche durante l’infanzia oppure a causa di una paura indotta dai racconti di parenti e amici, che parlano sempre con toni terribili delle sedute dentali.

La paura del dolore è sicuramente la prima causa dell’odontofobia e a seguire troviamo la paura dell’anestesia e degli aghi, quella di perdere il controllo, di vomitare ed infine quella legata a stimoli sensoriali come i rumori del trapano, gli odori o la vista degli strumenti dentari.

Altre volte la paura del dentista, così come altre fobie, è una forma di paura primordiale senza spiegazione apparente.

La dentofobia è più frequente nelle donne rispetto che negli uomini e possiamo trovare alcune cause predisponenti come ad esempio la depressione, la presenza di altre fobie, forte stress o assunzione di droghe ed alcool. Fatto sta che, indipendentemente dalla causa, il fobico evita con ogni tipo di stratagemma il ricorso al dentista come il rimandare sempre gli appuntamenti o cancellarli con scuse di ogni tipo o adottare terapie “fai da te” per i problemi che possono comparire, lasciando precipitare a volte in modo importante la situazione della propria bocca. Questo approccio, spesso associato ad una forma di derisione da parte dei conoscenti, fa a volte peggiorare pericolosamente la situazione orale, rendendo necessario ed urgente l’intervento del dentista, che però diventa molto più complesso, fastidioso e costoso.

Per questo motivo, in presenza di odontofobia, risulta fondamentale affidarsi a dei professionisti esperti in questo problema. Nel corso degli anni, a causa dell’aumento esponenziale dei fobici, dei professionisti si sono specializzati appunto nel trattamento di questo tipo di pazienti. Il primo passo da fare è ammettere questa fobia. Ognuno ha le proprie paure e vanno considerate normali. Chi ha paura dei ragni, chi degli aghi, chi soffre di vertigini, chi soffre di claustrofobia ed infine chi ha paura del dentista. Le paure sono normali e fanno parte del nostro essere, ma nonostante questo principio molte persone non vogliono ammettere di avere paura e sta proprio qui la bravura del dentista ad individuare tramite segni emozionali o fisici il paziente fobico al fine di poterlo trattare correttamente.

I centri Microdent hanno sviluppato un approccio specifico contro la paura del dentista.

Già gli ambienti sono totalmente diversi dai “classici” studi dentistici con sale d’attesa confortevoli, presenza di profumi ambientali, musica lounge in sottofondo.

La visita, momento fondamentale, si svolge differentemente dal solito.

Dopo la compilazione dei moduli anamnestici si esegue solitamente una lastra panoramica digitale, molto semplice da eseguire e totalmente non invasiva. Richiede infatti solamente 10 secondi. In seguito non ci sposta subito nelle sale operative e sulla tanta temuta “poltrona del dentista” ma in un comodo ufficio dove verrà effettuato un lungo colloquio conoscitivo ed informativo col dentista. In questa fase potrete esporre tutte le vostre paure, i vostri dubbi, le vostre richieste ed aspettative. Solo quando sarete più a vostro agio, ci si sposterà nella sala operativa dove non verrà eseguito alcun trattamento ma solamente una visita clinica della bocca, spiegandovi esattamente tutto quello che verrà fatto in ogni passaggio.

Dopo aver raccolto tutti i dati sarà elaborato il piano di cura ed il preventivo e verrà proposto l’approccio più corretto per permettervi di vivere in serenità le cure dentarie, utilizzando tecniche minimamente invasive con ad esempio l’utilizzo dei LASER.

Riguardo alle tecniche per combattere la paura del dentista, Microdent propone principalmente 3 approcci:

  1. Approccio psicologico e “progressivo”
  2. Utilizzo della sedazione cosciente con protossido d’azoto o tramite farmaci
  3. Utilizzo della sedazione profonda con anestesista (simile all’anestesia generale)

L’utilizzo della sedazione con anestesista spesso sembra per il fobico la soluzione a tutti i problemi, che spesso riporta la frase “voglio addormentarmi e svegliarmi con tutta la bocca messa a posto”. In alcuni casi di fobia estrema la sedazione profonda è l’unico soluzione attuabile e l’obiettivo diventa quello di convogliare al massimo le terapie per riabilitare la bocca in meno sedute possibili. Il problema di questo approccio è che la fobia non passa tanto da rendere comunque difficoltose le sedute di controllo e di “manutenzione” come una semplice pulizia.

L’utilizzo del protossido d’azoto permette, tramite una sicura miscela di gas, di ridurre ansia e paura nel giro di qualche minuto. Il gas viene applicato con una mascherina e dopo la seduta il vantaggio è che viene eliminato velocemente dall’organismo permettendo di ritornare alla vita quotidiana immediatamente. Gli stessi effetti, forse lievemente superiori, si ottengono con la sedazione farmacologica grazie all’uso di ansiolitici come il diazepam (Valium) o il delorazepam (EN) che agiscono in 20-30 minuti e permettono una netta riduzione dell’ansia legata alla seduta dentaria. Il contro dei farmaci è che l’effetto dura a lungo ed è vietato guidare dopo la loro assunzione.Risulta quindi necessario venire accompagnati.

L’approccio che però preferiamo in assoluto, che è quello che ha avuto maggior successo coi pazienti fobici (solo 1 su 10 dei pazienti fobici trattati presso Microdent ha avuto bisogno di ricorrere alla sedazione con anestesista) è quello progressivo.

Con questo approccio, basato sulla fiducia e sulla trasparenza, viene attuato il piano terapeutico programmato in modo progressivo dalle cose più semplici ed indolori fino a quelle più complesse. In questo percorso il paziente, con una nuova consapevolezza che dal dentista si può andare senza paura e senza dolore, scoprirà come le sue paure erano infondate e potrà in futuro affrontare le cure ed i controlli in modo sereno.

Inoltre in Microdent Dental SPA, grazie ai servizi di intrattenimento durante le sedute, potrà rilassarsi grazie ad occhiali tv, cuffie ad isolamento sonoro con lettore MP3, cuscini per collo ed occhi e perfino con trattamenti alla paraffina per le mani.


Cerca il centro Microdent più vicino

E' quindi possibile, presso un dei centri Microdent, risolvere con tecniche non invasive tutti i problemi estetici e funzionali del sorriso. Basta soffrire, fissa subito un appuntamento!

Microdent ha risolto più di 2000 casi,
la nostra esperienza e dedizione sono a tua completa disposizione.

Abbiamo selezionato alcuni casi significativi

Estetica

Funzionalità

Bellezza

Salute

Terapie Laser in Odontoiatria

Microdent rappresenta un vero e proprio punto di riferimento in italia per le terapie laser indicate per tutte le patologie odontoiatriche.
Per tutti i pazienti devono affrontare
un viaggio superiore a 100 km da una delle nostre sedi,
Microdent offre la Visita GRATUITA
Days
:
Hours
:
Minutes
:
Seconds

I sintomi della Piorrea

La malattia parodontale spesso può essere molto subdola e portare alla perdita anche precoce dei denti. Bisogna quindi fare attenzioni ai suoi numerosi segni e sintomi. Il più significativo e precoce è il sanguinamento gengivale, da non trascurare! Così come la mobilità o la forte alitosi sono segni ormai di una parodontite già in atto!

Diagnosi della parodontite

Il primo e più importante passaggio per una terapia efficace e corretta è senza dubbio una diagnosi approfondita. Dopo questo passaggio è possibile attuare varie tipologie di cure a seconda delle scelte del parodontologo di riferimento. La base è sempre la terapia meccanica di rimozione del tartaro alla quale si può affiancare la chirurgia oppure l’utilizzo del LASER.

Terapia laser per la piorrea

I centri Microdent adottano una terapia parodontale minimamente invasiva dai risultati validati oggettivamente grazie ad accurate analisi di laboratorio. I valori aggiunti sono una approfondita diagnosi seguita da una terapia di tutta la bocca con l’ausilio del microscopio e del Laser a neodimio, più potente ma meno fastidioso dei “comuni” Laser a diodi.

Una storia lunga ormai 30 anni, fatta di passione per il proprio lavoro, amore per la tecnologia e con una sola missione: debellare la parodontite nei nostri pazienti con le tecniche meno invasive e più efficaci.

Dentista Bologna

Microdent Dental SPA Via Giuseppe Massarenti 412/2G - 40138 Bologna Tel. 051 6232040

Dr. Simone Stori Iscritto all'Ordine degli Odontoiatri di Bologna numero 1575 P.IVA 07217640726 Copyright © Microdent 2017 - Dossiermedicina.it

Dott. Simone Stori – Dentista Bologna – Esperto Cura della parodontite P.IVA 07217640726